La Russo di Casandrino dona 30 alberi al Bosco di Capodimonte

Giornata Nazionale degli Alberi e progetto di ripopolazione del Real Bosco di Capodimonte: anche una famosa azienda dell’area a Nord di Napoli, si impegna nel green e supporta il progetto.

Il 21 novembre scorso è stata la Giornata Nazionale degli Alberi e per celebrare questa ricorrenza, la conceria Russo di Casandrino, ha deciso di fare una significativa donazione finalizzata a contribuire alla ripopolazione del Real Bosco di Capodimonte a Napoli.

L’azienda guidata da Gianni Russo è molto impegnata su questo fronte ed è legata all’attività di cura del Real Bosco di Capodimonte, il parco che con i suoi 134 ettari rappresenta il polmone verde della città. La nota conceria di pelli ha consegnato trenta nuovi alberi all’importante sito partenopeo, nel contesto di un più ampio progetto denominato “Racconta la tua storia a Capodimonte”.

Il Bosco ha importanti funzioni ecosistemiche a beneficio dell’intero territorio per la quantità di ossigeno emesso e:

“per la capacità di mitigare la temperatura, assorbire l’acqua, implementare la biodiversità floristica e accogliere una fauna estremamente diversificata”.

Un patrimonio naturale che:

“negli ultimi anni è stato oggetto di notevole stress a causa di eventi metereologici straordinari”.

Come il vento che ha sradicato diversi alberi, per questo risulta fondamentale ricostruire le architetture vegetali e ristabilire le relazioni ecologiche dell’area. Il gesto di questa azienda potrebbe essere d’esempio alle tantissime industrie del nostro territorio affinché diano luogo a una svolta green ed ecosostenibile alle proprie attività, sostenendo anche iniziative come questa.

Condividi su