Afragola

Afragola, la scuola privata va al contrattacco: Mai escluso bambino dalla recita

La scuola privata di Afragola frequentata dal bambino di 5 anni affetto da iperattività regressa con ritardo cognitivo e sospetto autismo, è passata al contrattacco, rispedendo al mittente le accuse di aver escluso il piccolo dalla recita natalizia.

Attraverso l’avvocato Franzese, la Proprietaria della Scuola e la maestra del bambino si sono difese dalle accuse mosse nelle ultime ore nei loro confronti.

La dirigente scolastica ha accolto l’allievo da febbraio 2019. L’alunno ha sempre ricevuto maggiori attenzioni e cure da parte della maestra, rispetto agli altri bimbi della sua età, poiché seppur non certificato al momento dell’iscrizione presso la scuola materna, il piccolo presentava difficoltà cognitive e problemi comportamentali palesati dalla madre. 

Le maggiori attenzioni e cure gli hanno permesso di fare grandi passi in avanti – sottolinea il legale – per la sua educazione e crescita, tanto è vero che la madre del piccolo si è sempre complimentata definendo gli sviluppi fatti dal minore come un vero ‘miracolo’. Ne è prova – spiega l’avvocato Franzese – la volontà della madre del piccolo di voler rinnovare l’iscrizione presso l’istituto scolastico per l’anno 2019/2020. 

Quest’ultima affermazione dell’avvocato Franzese però lascia il tempo che trova. Infatti oggi la madre del bambino ha comunicato, tramite l’Ansa, che il piccolo cambierà scuola già dal prossimo mese di gennaio. L’aver comunicato la volontà di proseguire il percorso scolastico presso l’istituto privato, potrebbe essere tranquillamente avvenuto prima dell’episodio di esclusione dalla recita. La redazione di NanoTV si sta attivando per organizzare un’intervista nella prossime ore con la proprietaria della scuola privata di Afragola.

Condividi su