Beneduce passa con De Luca e il suo delfino casoriano, Rino Trojano si avvicina alla maggioranza

A Casoria non ci sono le elezioni ma in Regione si, ed è stato proprio l’avvicinatsi alle elezioni regionali a fulminare sulla via di Damasco Rino Trojano, eletto nelle fila del centrodestra guidato da Angela Russo, prendendo consensi in opposizione all’attuale maggioranza. Rino Trojano è legato a doppio filo a Beneduce che in queste settimane si è avvicinata a Campania Libera e al Presidente De Luca.

Il consigliere casoriano lavora nello staff della consigliera regionale e quindi armi e bagagli a pochi mesi dalle elezioni è saltato nei fatti sul carro del probabile vincitore, in pieno stile prima repubblica. Un atto di teatro quello in consiglio comunale quando attacca la politica espressa dal gruppo capeggiato da Angela Russo. Gli addetti al lavoro giudicano queste esternazoo io no di Trojano nei confronti della Russo solo ed esclusivamente un vero atto di teatro per nascondere l’esigenza di seguire la Beneduce nello schieramento opposto a quello per cui i cittadini lo hanno votato.
Trojano nei fatti prima firma la sfiducia al Presidente del consiglio comunale e poi annuncia e vota scheda bianca, tanto che Iavarone e Marro consiglieri di maggioranza critici verso certe acquisizioni della maggioranza del Sindaco Bene non votano i debiti fuori bilancio.
In consiglio la discussione si accende anche sulla scuola di Arpino, la Carlo Catena, che non ha visto la riapertura nonostante a novembre il Sindaco con tanto di deliberazione aveva promesso l’adeguamento sismico e l’agibilità con relativa riapertura.

Su questo punto è Angela Russo ad incalzare l’amministrazione, chiedendo a nome delle mamme degli alunni della Carlo Catena quali sarebbero state le soluzioni, ottenendo solo l’informazione che si stava provvedendo a verificare la platea per la distribuzione presso altri plessi: “Dopo le risposte certamente non esaustive delle problematiche legate al mantenimento della comunità scolastica del Catena e la dispersione in altri plessi, mi accingo nei prossimi giorni a chiedere al Sindaco in che modo sono stati distribuiti gli alunni e se è garantito il sereno inizio dell’anno scolastico”.

Condividi su