Tentata rapina, condanna confermata dalla Cassazione

di Giuliano De André – Marcianise – Sentenza confermata per un 42enne di Marcianise, condannato nel 2018 a 2 anni e un mese di reclusione per tentata rapina. L’avvocato dell’uomo aveva presentato ricorso per Cassazione, chiedendo l’annullamento del verdetto d’Appello, contestazione respinta e dichiarata prescritta dalla Suprema Corte. I punti sui quali il difensore dell’uomo ha presentato ricorso sono stati: la poca attendibilità della testimonianza della persona offesa, non essendoci altre testimonianze esterne che potessero confermare; in più l’avvocato ha fatto notare, come il presunto complice si sia allontanato, escludendo quindi la partecipazione del proprio assistito in tale reato. La Cassazione ha dichiarato non validi tali motivi, facendo presente che c’erano prove fotografiche fornite dalla vittima, dell’imputato mentre svolgeva il ruolo di palo e che l’altro aggressore aveva più volte cercato di recuperare il suo complice. Infine, è stato escluso  il reato di porto di oggetti atti ad offendere, la condanna decisa dalla Cassazione è scesa a 2 anni.

Condividi su