Napoli: Caos alla Mostra d’Oltremare per i vaccini. I Medici: “Disorganizzazione inaccettabile”

E’ ripresa questa mattina la vaccinazione dei medici, infermieri, sanitari e oss alla Mostra d’Oltremare di Napoli. I cancelli sono stati aperti alle 8.30 e anche stamattina c’è una lunga fila all’esterno della Mostra su Piazzale Tecchio formatasi fin dalle 7: centinaia di persone in coda con l’ombrello in attesa della propria dose di vaccino.

Si andrà avanti così per ore.

Ieri la prima giornata si è conclusa intorno alle 22 e alla fine sono stati 1700 i vaccinati. Oggi, dopo la prima giornata di rodaggio, le vaccinazioni stanno andando a un ritmo più spedito e si conta – almeno negli auspici – di concludere prima la giornata di vaccinazione, anche se la domanda resta molto alta.

“Pur comprendendo il momento difficile non possiamo valutare accettabile l’organizzazione fatta alla Mostra d’Oltremare di Napoli. Oggi sarebbe dovuta esserci la giornata dedicata ai medici di medicina generale e invece c’è una fila enorme, che ricomprende molte altre categorie”.

A chiedere una migliore organizzazione del piano dei vaccini anti-Covid sono Luigi Sparano e Corrado Calamaro di FIMMG (Federazione italiana medici di medicina generale) Napoli e il segretario aziendale per l’ASL Napoli 1 Centro, Antonio Sardu.

“Non è accettabile per nessuno un’organizzazione che preveda di restare in fila sotto la pioggia per ore – dicono – Pur comprendendo tutte le difficoltà del momento riteniamo che almeno andrebbe evitata la fila all’esterno della Mostra.

I medici di medicina generale, oltre ad essere molto provati sono stanchi di lamentarsi. Tuttavia vorremmo essere considerati persone”. Sono 1.420 i medici FIMMG convocati – riferiscono – con un “generico” sms e senza suddivisione di orari e giorni.

Condividi su