Italia Viva, si lavora sui nomi dei coordinatori cittadini: “Le donne giocheranno un ruolo decisivo”

Napoli – Prosegue a ritmo serrato la costruzione di Italia Viva su tutti i territori campani, in particolare in provincia di Napoli, dove ieri si è tenuto il primo incontro tra i coordinatori provinciali Barbara Preziosi e Ciro Buonajuto, l’assessore regionale Nicola Caputo, il consigliere regionale eletto nella Circoscrizione di Napoli Francesco Iovino, i parlamentari locali, tra cui il Senatore Vincenzo Carbone e i dirigenti.

Il Gruppo Dirigente sta infatti lavorando alla nascita dei coordinamenti cittadini, e per proseguire la strutturazione territoriale di Italia Viva che dopo il successo delle Regionali è ormai una realtà radicata nei nostri territori.

Un lavoro che andrà avanti con incontri serrati, coinvolgendo anche le altre forze locali del territorio che hanno contributo alla crescita del partito, benché sempre nel rispetto delle regole di distanziamento e contenimento dei contagi.

Nessun nome trapela per ora dal direttivo, ma Preziosi e Buonajuto anticipano che «si lavora sulla qualità delle idee e sulla storia personale di ciascuno. Con tanta attenzione alle donne, che sono una risorsa imprescindibile per il livello locale almeno quanto lo sono a livello nazionale».

Nei prossimi giorni, dunque, il gruppo dirigente proseguirà con incontri che plasmeranno la forma del partito a livello provinciale. «Italia Viva – concludono Preziosi e Buonajuto – continua ad essere una fucina di idee e di progetti, un luogo di confronto e di crescita. Un partito che ancora una volta punta a fare la differenza guardando ai giovani, all’ambiente, alle pari opportunità e allo sviluppo socio economico come chiave di un cambiamento che non può più attendere. Napoli e la sua provincia meritano più di quanto abbia avuto sino ad oggi».

Condividi su