Casavatore

Colli Aminei: Degenera una lite, accoltellato 19enne

Napoli – Una lite tra giovani ragazzi in un punto di ritrovo della città, scoppia la rissa e il tutto degenera con un accoltellamento. E’ accaduto in Viale Colli Aminei, vittima un giovane di 19 anni.

Erano circa le 23:50, il 19enne Gabriele Francesco Esposito si trovava insieme ad un coetaneo nei pressi della rosticceria Imperatore, quando è stato aggredito da un gruppo di ragazzi. Il 19enne ha rimediato un fendente all’addome ed è stato trasportato presso l’ospedale CTO, dove è stato medicato e dimesso con 4 punti di sutura.

Dopo l’episodio sono state numerose le proteste da parte dei residenti della zona, che lamentano una situazione totalmente fuori controllo. Sul caso è intervenuta la consigliera della III Municipalità, Giuliana De Lorenzo: “Al di là delle sfilate e flash mob, cosa è cambiato in queste settimane? Assolutamente niente. Siamo comunque sempre senza controlli sufficienti. Purtroppo le pattuglie di Carabinieri e Polizia per competenze territoriali non riusciranno a transitare nella zona per più di due volte in una notte. Le telecamere, invece, già finanziate e inspiegabilmente non ancora montate sarebbero una soluzione ma che, darebbe solo la certezza di poter visionare e controllare la zona, ma non di sicuro la certezza di un’immediatezza di intervento. Ma sarebbe di sicuro già un ottimo deterrente per i delinquenti di turno che saprebbero di poter essere ripresi. Almeno fino a quando non si pensi di distruggerle con feroce inciviltà, come già successo per altri beni pubblici del territorio. La bellezza di un quartiere, nato come residenziale, ci è stata sottratta molto tempo fa”.

C’è da dire che negli ultimi tempi si sono registrate un’escalation di episodi di delinquenza e criminalità ai Colli Aminei. La zona collinare, da sempre considerata “tranquilla” della città partenopea, sembra essere divenuta anch’essa, soprattutto nelle ultime settimane, una zona ad alto rischio. E’ di appena due settimane fa, l’esplosione di una bomba al negozio di caldaie di Bianca Pinelli, vicepresidente dell’associazione degli artigiani (CNA Campania Nord). La deflagrazione del negozio situato nella strada della III Municipalità, avvenne nel cuore della notte di lunedì 19 aprile. L’ultimo caso è quello dell’altra sera, quando in Viale Colli Aminei, due ragazze 18enni sono state aggredite da un uomo, che le ha scaraventate a terra impossessandosi della borsa. In quella circostanza il tutto avvenne proprio davanti alla Stazione dei Carabinieri di Capodimonte e sotto gli occhi del Comandante che si trovava affacciato alla finestra. L’intera scena venne ripresa dalle telecamere della Caserma. Il rapinatore, un 38enne pregiudicato residente a Miano, riuscì inizialmente a scappare, ma venne raggiunto ed arrestato poco dopo dai militari dell’Arma, che fecero irruzione nella sua abitazione.

Condividi su