“Mobilità, riqualificazione, sviluppo: Alta velocità come risorsa e opportunità per l’hinterland”: domami confronto alla “Grande Stazione di Afragola”

”Alta Velocità: colleghiamo l’Italia” è il tema di un convegno organizzato dall’Ordine degli Architetti di Napoli che si terrà nella stazione Alta Velocità di Afragola Zaha Hadid.

Appuntamento lunedì 19 luglio 2021 dalle 15 alle 18. Il meeting, in presenza e in modalità webinar, metterà sotto i riflettori “Mobilità, riqualificazione, sviluppo: Alta velocità come risorsa e opportunità per l’hinterland” ed ha il patrocinio dei comuni di Afragola, Acerra, Casalnuovo, Casoria e Caivano.

Si inizia alle 15 con i saluti di Leonardo Di Mauro, Presidente dell’Ordine degli Architetti Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori di Napoli e provincia. A seguire i saluti di Anna Nigro, Commissario Prefettizio del Comune di Afragola, di Raffaele Lettieri, sindaco di Acerra, di Massimo Pelliccia, sindaco del di Casalnuovo; di Raffaele Bene, sindaco di Casoria e di Vincenzo Falco, sindaco di Caivano.

Dalle 16, moderati dal giornalista Franco Buononato, gli interventi di Domenico Semplice, di Rete ferroviaria italiana Direzione investimenti, project manager “Napoli-Bari e stazione di Afragola; di Paolo Aragosa, architetto, Ufficio Lavori Pubblici Comune di Afragola che parlerà su “Opere di completamento viabilità stazione Alta Velocità”; di Emma Buondonno, docente di composizione architettonica e urbana della Federico Il Napoli che parlerà su “L’Alta velocità e necessità dell’organizzazione politica e amministrativa dei territori”; di Antonio Cerbone, consigliere dell’Ordine degli Architetti di Napoli e Provincia che parlerà su “Una Stazione come punto di arrivo”; di Salvatore Cozzolino, past presidente di ADI Campania Associazione per il Disegno Industriale che parlerà su “Treni veloci ed esperienze accurate”; di Antonella Iovino, architetto, Commissione Centri Storici Beni Culturali e Paesaggistici Ordine Architetti di Napoli che parlerà su “Le principali stazioni ferroviarie sono quasi sempre importanti nodi urbani”.

Condividi su