Schiaffi e minacce su bimbi d’asilo: maestra sospesa per dieci mesi dall’insegnamento

La Procura di Avellino ha sospeso una maestra d’asilo, che operava nel territorio del Vallo di Lauro, perché responsabile di maltrattamenti nei confronti di minori. Intercettazioni audio e video e indagini condotte dai carabinieri del comando provinciale di Avellino, hanno provato i reati di cui si è resa colpevole la maestra: punizioni fisiche, schiaffi, minacce, che secondo la procura avellinese avrebbero di fatto instillato nei bambini anche “la paura stessa di recarsi a scuola”.

Le indagini sono scattate grazie alla denunce delle madri dei piccoli, insospettite dal comportamento dei propri figli. Il clima in classe, secondo gli inquirenti, era diventato di “generale di sopraffazione e timore, compromettendo una sana crescita dei bambini a causa del disagio psicologico generato da tali condotte”. I carabinieri stessi hanno definito le punizioni “sproporzionate” nonché particolarmente “severe”.

La procura di Avellino ha dunque soppeso la maestra per dieci mesi in qualunque scuola di ogni ordine e grado, in attesa del processo, durante il quale le verranno contestati i reati di maltrattamenti nei confronti di minori.

Mocerino Alta Moda

Condividi su