Raccolta Giocattoli Il Primo Abbraccio png

“Il primo abbraccio”: Raccolta giocattoli di Natale per bambini bisognosi

NAPOLI. L’associazione “Il primo abbraccio” Aps di Napoli, per il terzo anno consecutivo, ha organizzato in vista del Natale una raccolta giocattoli da distribuire ai bambini meno fortunati, giocattoli che saranno controllati e confezionati dai volontari: “Anche quest’anno daremo la possibilità a molti bambini di ricevere un dono direttamente da Babbo Natale! Quest’anno abbiamo scelto l’istituto Ozman alla Sanità per i tanti bambini accolti dalla straordinaria suor Giacinta. La raccolta di giocattoli NUOVI è già iniziata e sono certa che sarete di grande aiuto per questo evento. Giocattoli per bambini da 3 mesi a 11 anni. Maschietti e femminucce. Potete portarli alla nostra sede in via Battistello Caracciolo 18. Diamo un sorriso nel giorno più magico dell’anno. Grazie a chi vorrà partecipare”.

Ai microfoni di NanoTv è intervenuta Gloria Lauropoli, presidente dell’associazione “Il primo abbraccio”.

Gloria è un’ex insegnante ed un’ex direttrice scolastica, dedita da sempre alla cura e all’amore nei confronti dei bambini.

Nel 2017 fonda l’associazione “Il primo abbraccio” Aps che si trova in via Battistello Caracciolo 18, a Napoli. La sua attività si occupa di aiutare e donare affetto a bambini abbandonati e/o maltrattati.

Gloria ci ha raccontato gli aiuti concreti che, grazie alla sua associazione e a tutti i volontari, ha donato nel corso degli anni: “Sono stati numerosi gli interventi dell’associazione. Tra questi, abbiamo aiutato una bambina di 6 mesi con sindrome di Down abbandonata nella culla termica all’ospedale Policlinico. Abbiamo riempito d’affetto un altro bambino abbandonato alla nascita e, successivamente, adottato da una famiglia di Bologna”.

L’associazione “Il primo abbraccio” Aps, inoltre, collabora con altre realtà locali tra cui: “La Casa di Matteo”, che si occupa di aiutare bambini con gravi malformazioni fisiche abbandonati dalle famiglie; il centro sociale “Lo Sgarrubato”, lo “Scugnizzo Liberato” e con alcune scuole.

In cantiere c’è un nuovo progetto che prenderà vita nelle prossime settimane: “Ci recheremo al Primo e al Secondo Policlinico di Napoli, per intrattenere i bambini in attesa di visita ambulatoriale nel reparto di malattie rare, facendoli giocare, disegnare e raccontando favole”.

Gloria, in aggiunta, vorrebbe aprire in futuro un banco alimentare dove sarà possibile distribuire alimenti di prima necessità a tantissime famiglie bisognose e a tutte quelle che, anche a causa della pandemia, non riescono a sfamare i propri bambini.

https://www.ilprimoabbraccio.it/

Condividi su