Europa League, Spartak Mosca-Napoli: 2-1. Qualificazione a rischio per gli azzurri

Sconfitta amara per il Napoli di Luciano Spalletti che perde 2-1 contro lo Spartak Mosca. Un ko che complica la qualificazione alla fase finale di Europa League.

Per quanto concerne le formazioniSpalletti conferma il suo 4-2-3-1 con qualche novità rispetto all’undici sceso in campo contro l’Inter: Meret tra i pali; difesa a quattro formata da Di Lorenzo, Juan JesusKoulibaly e Mario Rui. A centrocampo, torna dal 1′ minuto Lobotka affiancato da Zielinski, mentre in attacco spazio a Petagna, sostenuto dal trio di mezze punte formato da ElmasLozano e Mertens.

Tante conferme per il tecnico Rui Vitoria che conferma il suo collaudato 3-4-1-2: Seliknov in porta ; difesa a tre formata da CaufriezGigot e  Dzhikiya; a centrocampo spazio alla diga formata da da Umyarov- Litminov, mentre sulle corsie spazio all’ex Inter Moses e Ayrton Lucas. Infine, sulla trequarti spazio a Ignatov, pronto ad innescare il tandem offensivo formato da Promes e Sobolev.

Avvio in salita per gli azzurri, che subiscono il vantaggio dei padroni di casa, firmato Sobolev, che trasforma un calcio di rigore causa il fallo di Lobotka. Lo Spartak gioca meglio e sfiora raddoppio con Moses, la cui conclusione viene bloccata da Meret. Il Napoli ha un sussulto con Elmas, che viene fermato da una doppia parata di Seliknov. E’ l’unica fiammata degli azzurri, che subiscono il 2-0 firmato ancora da Sobolev, che di testa batte Meret, firmando il suo quarto centro in questa competizione.

Nella ripresa, il Napoli parte meglio con Mertens, che viene fermato dal grande intervento di Seliknov. Gli azzurri continuano ad attaccare e trovano il 2-1 con Elmas che su assist di Petagna, accorcia le distanze. Nel finale, la formazione di Spalletti cerca il pareggio, ma le speranze dell’undici partenopeo si spengono sulla conclusione di Zielinski, che calcia alto.

Una sconfitta pesante per gli azzurri, che si giocheranno la qualificazione nel match del Maradona contro il Leicester.

In merito alla sfida, si è espresso il difensore azzurro Kalidou Koulibaly che ha dichiarato: “Non cerchiamo alibi, però non siamo stati fortunati. Avevamo le chiavi per poter comandare la partita però è stato un peccato non esser riusciti a concretizzare. Dispiace aver preso due gol, e in totale 5 gol in due gare. Sono cose che ci fanno male, però non meritavamo questi due risultati per il gioco espresso”.

“Adesso-conclude KK- ci giocheremo tutto nell’ultimo turno. Siamo il Napoli e vogliamo essere protagonisti su tutti i fronti. Ci giocheremo le nostre possibilità fino alla fine”.

Condividi su