Afragola Buoni Spesa

Afragola. Fari puntati sui buoni spesa: errori e dubbi nell’assegnazione ritardano la distribuzione

Buoni Spesa, destinatari del contributo economico

Possono avere accesso al beneficio i cittadini residenti nel territorio del Comune di Afragola, anche titolari di residenza di prossimità, richiedenti asilo o cittadini stranieri con status equiparabile che, alla data di pubblicazione della presente delibera, non abbiano reddito o l’abbiano perso per effetto dei provvedimenti restrittivi dettati per il contenimento dell’emergenza sanitaria e che non abbiano accesso ad ammortizzatori sociali.

Fa discutere l’assegnazione dei buoni spesa ad Afragola, gli atti a supporto dell’operazione conterebbero refusi, errori e dubbi che potrebbero invalidare le domande arrivate fino ad oggi.

La notizia, lanciata dalla nostra redazione, a seguito di colloqui con un cittadino che ha intrapeso una lunga conversazione via mail con gli uffici comunali competenti al Municipio di Afragola. Il nostro lettore ci ha invitato a sollevare il problema, attraverso la condivisione con la nostra redazione delle conversazioni scritte via PEC al Comune.

Dopo l’annuncio questa mattina a Polis Nostrum, la vicenda deve essere sicuramente approfondita.

Sotto accusa alcuni refusi come ad esempio una “doppia negazione” presente nel corpo della domanda che invaliderebbe le richieste inviate finora. Infatti è lecito chiedersi: ma le domande fatte finora sono valide?

Poco chiara l’assegnazione di 315mila euro ad una cooperativa per la distribuzione dei buoni che devono essere rimborsati agli esercenti da parte del Comune e che alla cooperativa dovrebbe versare solo il 5%.  Ma se il Comune ha impegnato l’intera  somma di 315.000 euro, come si evince dalla determina dirigenziale 1905 del 7 dicembre 2021, come pagherà gli esercenti alla presentazione dell’incasso del Buono? Dubbi anche sui beneficiari del sostegno. Insomma la polemica sui Buoni Spesa è destinata a crescere.

brand evolution

Condividi su