Come arredare il balcone spendendo poco

Avere un balcone, anche se piccolo, non vuol dire mettere in secondo piano la cura della sua estetica. Quando si chiama in causa questo aspetto, sono diversi gli aspetti da tenere in considerazione. Oggi come oggi, uno dei più rilevanti è il risparmio. Chi pensa che conciliarlo con l’estetica sia impossibile, forse non ha ancora visto i consigli che abbiamo selezionato in questo articolo. Pronto a scoprirli? 

Approfitta delle offerte online

Quando si punta ad arredare casa conciliando attenzione al portafoglio ed estetica, non si può non prendere in considerazione il web. Gli e-commerce di arredamento e home decor negli ultimi due anni hanno fatto letteralmente il boom e permettono di scegliere tra soluzioni che non sempre si trovano nei negozi fisici. 

Dai portavasi per balcone ad altri meravigliosi accessori, ci sono alternative per tutti i gusti e, grazie alle offerte così da non perderti nessuno sconto – cerca di iscriverti al maggior numero possibile di newsletter – anche per tutte le tasche. 

Arredi pieghevoli? Sì, grazie!

Tra le soluzioni da non perdere quando si tratta di arredare il balcone risparmiando, un doveroso cenno va dedicato agli elementi pieghevoli, sedie e tavolini in primis. Nel momento in cui li si chiama in causa, è necessario ricordare la possibilità di acquistare soluzioni di grande pregio estetico.

 Una cosa importante consiste nello scegliere con attenzione il materiale. Il legno, per esempio, deve essere trattato in modo da renderlo invulnerabile agli agenti atmosferici. Il rischio, in caso contrario, è quello di dover buttare via quanto acquistato, sprecando inutilmente soldi. Sì, hai capito bene: stiamo parlando del detto “Chi più spende, meno spende”. Investire qualche euro in più – non tantissimi – da subito è la strada giusta per evitare di trovarsi davanti a sgradevoli sorpresi.

Viva la versatilità

Raggiungere l’obiettivo attorno al quale ruota questo articolo vuol dire mettere in primo piano la versatilità. Entrando nel vivo di questo aspetto, facciamo presente che diversi accessori che si utilizzano per l’arredamento indoor possono andare bene anche per il balcone.

Il portacandele che ti hanno regalato a Natale e che tieni sul tavolo in salotto ti ha stufato? Prova a vedere come sta in balcone! Anche se non è nato per uno spazio outdoor, può fare un’ottima figura. Provare per credere!

Il magico mondo del riciclo

Questo consiglio è forse banale, ma ripeterlo ha sempre il suo perché. Quando si punta ad arredare il balcone risparmiando, è doveroso prendere in considerazione la magia del riciclo. La vecchia sedia della nonna si può ridipingere e la cassettiera trasformata, grazie al decoupage, in un elemento d’arredo perfetto per ospitare gli accessori per il giardinaggio. 

Chiamare in causa il fascino di queste pratiche creative vuol dire ritagliarsi anche dei meravigliosi momenti di relax che, con i ritmi stressanti che caratterizzano la nostra quotidianità, hanno sempre il loro perché.

Sfrutta lo spazio in altezza

Se hai a disposizione una parete, sfrutta questo spazio in altezza. Appendere anche solo 2/3 mensole può rivelarsi la scelta giusta per evitare di acquistare mobiletti che ingombrerebbero lo spazio.

Quadri, stampe e foto? Perché no!

Siamo abituati a pensare ai quadri, alle stampe e alle foto come quei tocchi in più che rendono speciali ambienti indoor tipo la camera da letto e il salotto. In virtù della sopra citata versatilità, può valere la pena valutarne il ricorso anche in balcone. Se si ha a disposizione una parete da decorare o, come accennato nel punto precedente, da sfruttare appendendo qualche mensola, si può prendere in considerazione anche l’idea di posizionare qualche cornice con foto a cui si tiene particolarmente.

In questo modo, si riesce con poco a dare carattere a uno spazio che, come abbiamo avuto modo di imparare in questi due anni, è importante per il comfort generale dell’abitazione esattamente come quelli interni.

Condividi su