Marcianise Raffaele Maietta

Marcianise: insegnante travolta da un treno, per la famiglia non è stato un suicidio

Marcianise – La famiglia di Raffaella Maietta non si da pace per la sua morte e voglio vederci chiaro in questa triste vicenda. A quanto pare la donna non avrebbe avuto motivi per togliersi la vita.

La famiglia ha incaricato due legali di depositare un esposto in Procura per andare in fondo a questa storia. Particolare attenzione verrà posta sullo smartphone della donna che potrebbe rivelare qualche aspetto ignoto ai familiari.

La tragedia è avvenuta la mattina dello scorso 5 maggio. Raffaella stava aspettando il treno che come ogni giorno la portava a Napoli dove insegnava, in una scuola nei pressi di piazza Garibaldi.

La Procura di Santa Maria Capua Vetere ha aperto un fascicolo, la Polfer di Marcianise ha acquisito i nastri di alcune telecamere della stazione di Marcianise che avrebbero ripreso l’investimento. Unico aspetto anomalo di quella mattina è una telefonata abituale avuta con uno dei due figli della donna. Normalmente quel colloquio durava circa 30 minuti, mentre la mattina del 5 maggio è durato poco più di due minuti.

Vega Food

Condividi su