Singapore: sarà abolita la legge che criminalizza l’omosessualità

A Singapore verrà abrogata la legge di epoca coloniale che criminalizza le relazioni omosessuali.

Ad annunciarlo il primo ministro Lee Hsien Loong“Il Governo abrogherà (la legge) e depenalizzerà il sesso tra uomini. Credo che questa sia la cosa giusta da fare e qualcosa che la maggioranza dei cittadini accetterà”. La legge a cui fa riferimento è la 377A, retaggio del passato coloniale britannico, che vieta i rapporti gay.

Il primo ministro ha dichiarato: “L’abolizione della legge metterà il Paese più in linea con gli attuali costumi sociali e spero porterà un po’ di sollievo ai gay di Singapore”.

Ha però ribadito che quella di Singapore rimane una società tradizionalista e il governo assicurerà maggiori protezioni legali per la definizione di matrimonio come unione tra una donna ed un uomo, per rendere così difficile che vengano legalizzate le unioni gay.

La norma che sarà abolita prevede una pena massima di due anni di carcere.

 

Condividi su