Carabiniere sparò al giovane rapinatore: indagato per omicidio volontario

 

 

 

Ricorderete il fatto di cronaca avvenuto a Napoli nel 2020, quando un Carabiniere 26enne libero dal servizio ed in compagnia della fidanzata, sparò ed uccise Ugo Russo, un ragazzo di 15 anni che tentò di rapinarlo. In via Orsini, nella zona di Santa Lucia, il giovane rapinatore aveva preso di mira l’orologio Rolex del carabiniere, che per difendersi, esplose con la sua pistola di ordinanza 4 colpi. Il colpo fatale raggiunse il 15enne alla testa. Oggi, secondo la procura di Napoli che ha svolto indagini sul fatto, quella del carabiniere non fu legittima difesa e lo ha indagato e denunciato per omicidio volontario. Il Carabiniere continuò a sparare anche quando il rapinatore era in fuga ed ormai lontano da lui. Lo stesso è attualmente in servizio attivo nell’Arma dei Carabinieri e tramite i 2 suoi legali fa sapere di essere pronto a sostenere la sua versione dei fatti.

 

 

 

Condividi su