Violentata una ragazza di 20 anni durante il tirocinio in Ospedale

Una studentessa di 20 anni di Infermieristica in tirocinio presso il reparto di Urologia dell’ospedale capitolino, è stata violentata da un infermiere 55enne, nonché tutore della ragazza.

Il racconto della ragazza violentata

Il piano di studi della Facoltà di Infermieristica prevede 180 ore di tirocinio suddivise in sei cicli da 30 ore e quello era l’ultimo giorno di pratica del corso. Erano le 23:30 circa quando la ragazza stava facendo un giro dei pazienti, quando il 55enne con la scusa di dover cambiare la flebo ad un paziente, ha attirato la ragazza in un’ala della struttura isolata perché chiusa per lavori, che a detta della ragazza non aveva mai visto.

Una volta entrata nella sala ha visto che non c’era nessun paziente, e senza neanche avere il tempo di rendersi conto di quello che stava per accadere, il medico l’ha spinta, ha chiuso la porta a chiave e l’ha violentata. Inutile dire che le urla della ragazza non sono servite a nulla dato che essendo un’area isolata non c’erano persone vicine. Una volta concluso l’infermiere è tornato a lavorare come se non fosse successo niente.

La ragazza è corsa subito da un suo amico che stava facendo anche lui tirocinio, che l’ha accompagnata immediatamente al pronto soccorso e hanno avvertito i carabinieri dell’evento. Quest’ultimi hanno trovato l’uomo nella struttura mentre lavorava e l’hanno messo in stato di fermo, per poi rilasciarlo dopo aver raccontato la sua versione alle forze dell’ordine.

Condividi su