Medico del 118 colpito da ictus durante un soccorso

L’organizzazione “Nessuno tocchi Ippocrate”, il 23 novembre, annuncia che una dottoressa del 118 è stata colpita da un ictus proprio mentre stava effettuando un soccorso con i colleghi.

“Medico 118 colpito da ICTUS in servizio! Ci è appena giunta notizia che una collega 118 di 65 anni, quindi alle porte della pensione, attualmente in forza alla ASL Napoli 3. Durante un intervento di soccorso a persona presso Scisciano , è stata colpita da Ictus cadendo al suolo.” continua poi “Il suo fedele equipaggio è stato autorizzato dalla centrale operativa a trasportarla presso l’ospedale del Mare dove si trova attualmente. Diagnosi: ictus ischemico Il nostro lavoro si dimostra sempre di più a rischio ictus ed infarto! Aggiornamento ore 16:06…la collega colpita da ictus ha da poco terminato la procedura di trombolisi, a breve avremo notizie sul suo stato di coscienza”. Lo scorso settembre, un’altra operatrice è stata colta da infarto durante un intervento.

I medici del 118 lavorano in condizioni di forte stress e disagio. Sottoposti quotidianiamente a turni massacranti, sono spesso vittime di aggressioni da parte dei familiari dei pazienti, proprio come abbiamo visto anche in questi ultimi giorni. “Purtroppo il lavoro nell’emergenza sanitaria è un lavoro usurante, ma non viene ancora riconosciuto come tale. Per lo Stato Italiano i lavori usuranti sono solo quelli presso una catena di montaggio, gli autisti di mezzi pubblici ed i lavoratori in miniera” denuncia l’associazione.

Condividi su