Violenta la sorellina della fidanzata: condannato a 7 anni di carcere

Il tribunale di Benevento ha condannato un uomo di 39 anni a sette anni e sei mesi di reclusione, oltre al risarcimento danni a favore della vittima, per aver violentato la sorellina della fidanzata. La piccola sembrerebbe esser stata minacciata dall’uomo dicendo che se ne avesse fatto parola con qualcuno, avrebbe fatto del male alla sorella più grande.

All’epoca dei fatti, l’imputato aveva una relazione sentimentale con la sorella della bimba. Durante una giornata a casa di lei, si sarebbe intrufolato di nascosto nella stanza della bambina, si sarebbe sdraiato sul letto, accanto a lei. Poi, per ottenere il suo silenzio, avrebbe minacciato di fare del male alla sua stessa fidanzata. A quel punto avrebbe iniziato a palpeggiarle le parti intime. Infine, si sarebbe messo sopra di lei e, dopo averle preso una mano, si sarebbe fatto toccare a sua volta.

In un’altra circostanza, durante le vacanze estive a Vasto, con la scusa di darle lezioni di nuoto, con una mano l’avrebbe tenuta a galla, mentre con l’altra l’avrebbe palpeggiata nelle parti intime spostandole il costumino. La piccola ha poi raccontato tutto ai genitori. La mamma, nel 2013, ha presentato querela di parte ai carabinieri della Compagnia di Cerreto Sannita. Da lì l’avvio dell’inchiesta e il rinvio a giudizio per il pedofilo.

Condividi su