É morto il bambino vietnamita di 10 anni intrappolato in un pozzo da 4 giorni

di Martina Orecchio –

La notizia che speravamo non arrivasse. Non ce l’ha fatta Thai Ly Hao Nam, il bambino vietnamita di 10 anni caduto in un pilone di cemento profondo 35 metri nella provincia di Dong Thap, nel sud del Vietnam. Il bambino di 10 anni è rimasto intrappolato quasi 100 ore in una cavità profonda 35 metri, all’interno di un cantiere edile per la costruzione di un ponte.

“Le autorità hanno stabilito che il bimbo è morto e stanno cercando di recuperare il corpo”, ha detto il vicepresidente della provincia meridionale di Dong Thap, Doan Tan Bu.

La vicenda

L’incidente è accaduto la mattina di sabato 31 dicembre, mentre il bimbo si trovava nel cantiere con alcuni amici per cercare rottami metallici. Il buco in cui è caduto il bambino è una cavità larga appena 25 centimetri. Inutili gli interventi con gru ed escavatori.

L’incidente ricorda la triste storia di Vermicino. Tutta l’Italia sperò, fino alla fine, che si salvasse Alfredino Rampi, di sei anni, anche lui caduto in un pozzo dal quale, purtroppo però, non è più uscito vivo.

_____

Continua a seguirci su Facebook, su InstagramTwitter e Waveful! Ricevi tutte le notizie sul tuo cellulare iscrivendoti al canale Telegram.

Scopri gli ultimi aggiornamenti cliccando qui.

Condividi su