Killer uccide davanti a dei bambini

Il New York Times fa sapere che durante la strage in una fattoria dove si coltivavano funghi ad Half Moon Bay, sud di San Francisco, molti bambini erano presenti. Di fatto, sono diverse le famiglie di lavoratori che vivono nella tenuta dove il 67enne, Zhao Chunli, ha aperto il fuoco uccidendo sette contadini cinesi e ispanici. Purtroppo, proprio all’ora del massacro, i bambini erano usciti da scuola, non potendo essere risparmiati dalla visione sconvolgente che ricorderanno – probabilmente – per sempre.

Chunli Zhao, 66 anni, di Half Moon Bay, è accusato di aver sparato contro cinque persone presso la fattoria Mountain Mushroom, quattro sono decedute, una è ferita. In seguito presso la fattoria Concord, ha sparato e ucciso altre tre vittime. Secondo i documenti del tribunato, Zaho aveva un’ordinanza restrittiva nei confronti di un’ex coinquilino e collega con il quale lavorava nel 2013 all’interno del ristorante. Dopo essere stato licenziato, il 66enne minacciò il coinquilino di morte qualora non avesse riavuto il suo lavoro, provando anche a soffocarlo con un cuscino.  Zhao ha lavorato come autista di mezzi nella fattoria Mountain Mushroom per 5 o 6 anni.

Tentato suicidio?

Gli investigatori affermano che Zhao avesse accumulato molta rabbia nei confronti dei suoi colleghi e quindi, avesse già preso di mira intenzionalmente le 8 vittime. Fonti riferiscono all’I-Team di ABC7 che in seguito alla sparatoria, il sospetto sia stato trovato in un parcheggio della sottostazione di polizia di Half Moon bay.

Era all’interno della sua auto, con il sedile reclinato e accanto a lui, la pistola semiautomatica. L’uomo avrebbe cercato di inviare un messaggio a sua moglie, “ci vediamo nella prossima vita”.

C

Condividi su