Attentato in moschea a Peshawar

Il bilancio delle vittime dell’attacco suicida di ieri a una moschea di Peshawar è salito a 89: lo ha reso noto il capo della polizia della città pakistana, Muhammad Ijaz Khan, spiegando che sei dei circa 160 feriti sono deceduti.

Quasi il 90% dei morti sono agenti di polizia, ha dichiarato Khan.

L’attacco è stato rivendicato dai talebani del Ttp.Il bilancio delle vittime dell’attacco suicida ad una moschea a Peshawar in Pakistan è salito a 61 morti e 152 feriti.

Lo ha reso noto Muhammad Ijaz Khan, ufficiale di polizia locale.

L’azione sarebbe una vendetta per l’uccisione del leader del Ttp Omer Khalid Khorasani, il cui vero nome era Abdul Wali Mohmand, avvenuta nell’agosto 2022 per l’esplosione di una mina lungo la strada nella provincia afghana di Paktika. Il TTP ha accusato dell’azione i servizi segreti pachistani.

Il segretario generale dell’Onu, Antonio Guterres, “condanna fermamente” lo “spregevole” attentato suicid. Lo ha detto portavoce del Palazzo di Vetro, Stephane Dujarric. “Guterres condanna fermamente l’attentato suicida avvenuto in una moschea a Peshawar – ha sottolineato – È particolarmente spregevole che un simile attacco avvenga in un luogo di culto”.