La frutta come nascondiglio di oltre 1 tonnellata di droga

Un traffico ingente scoperto dai carabinieri di Napoli che al’alba di oggi hanno eseguito sette misure cautelari nei confronti di altrettante persone accusate, a vario titolo, dei reati di associazione finalizzata al traffico illecito di sostanze stupefacenti. La droga, hashish e marijuana, veniva nascosta tra la frutta, stipata in grossi contenitori, proveniente dalla penisola iberica.

Oltre 1 tonnellata di sostanze stupefacenti

I provvedimenti sono stati emessi dal Gip del Tribunale di Napoli, su richiesta della Procura della Repubblica di Napoli – Direzione Distrettuale Antimafia.

Le indagini dei militari hanno avuto inizio nel 2019 e nel corso di questi anni hanno portato al sequestro di 1,3 tonnellate circa di sostanza stupefacente del tipo hashish e marijuana.  Il Gip ha disposto il sequestro preventivo di una società di ortofrutta utilizzata dagli indagati per le attività delittuose.