Napoli: incendio Venere degli stracci, oggi convalida del fermo per il presunto colpevole

 

Come abbiamo ampiamente documentato con i nostri articoli, ricorderete del rogo di mercoledì, che ha distrutto l’istallazione artistica in piazza Municipio nel centro cittadino. E ‘prevista per oggi l’udienza di convalida di Simone Isaia, il clochard 32enne ritenuto dalla Polizia e dalla Procura di Napoli l’autore del rogo che ha mandato in cenere la Venere degli stracci di Michelangelo Pistoletto, a Napoli. L’uomo, originario della provincia di Napoli, è stato fermato dalla Polizia con le accuse di incendio e distruzione di beni culturali. Finora ha negato di essere l’autore del rogo ma gli investigatori ritengono che sia lui l’uomo, ripreso all’alba di mercoledì dalle telecamere dei sistemi di videosorveglianza della zona, che appicca le fiamme, sembrerebbe con un accendino. La distruzione dell’opera artistica ha fatto molto clamore in tutta Italia, in molti si sono indignati, e non sono mancate le critiche, sempre le solite e demagogiche su Napoli ed i Napoletani. E’ stata anche aperta una sottoscrizione per rimettere di nuovo l’opera al suo posto.