Napoli – Aborto al Cardarelli – il Direttore Generale: “Abbiamo grande attenzione nel garantire un servizio efficiente”


Aborto al Cardarelli – il Direttore Generale: “Abbiamo grande attenzione nel garantire un servizio efficiente. Ho chiesto a Linda Feki di incontrarci; le opinioni dei pazienti ci aiutano a migliorare i servizi”
Sono oltre 300 le donne che ogni anno si affidano all’ospedale Cardarelli di Napoli per interrompere la gravidanza in modo volontario. Per loro è previsto il percorso indicato dalla legge: colloquio con assistente sociale e visita ambulatoriale (al Cardarelli è il mercoledì, ma in caso di urgenza si effettua anche in altri giorni); percorso di IVG farmacologico o, se il medico non lo ritiene opportuno, percorso chirurgico ogni giorno della settimana, in base alle esigenze della donna e alle opportunità organizzative.

Dice il Direttore Generale dell’Azienda Ospedaliera Cardarelli Antonio d’Amore: “Abbiamo grande attenzione per questo percorso perché riteniamo sia importante che un ospedale come il nostro, estremamente qualificato e di valenza nazionale, garantisca in ogni giorno dell’anno il diritto all’IVG per le donne che lo scelgono. Sappiamo che il momento dell’Interruzione volontaria di gravidanza è estremamente delicato e per questo riteniamo sia importante avere feedback sul nostro percorso. In quest’ottica ho chiesto a Linda Feki di incontrarci; le testimonianze dei pazienti ci hanno già aiutato a migliorare diversi servizi e possono essere preziose anche in questo caso.”

Presso l’ospedale Cardarelli sono quattro i ginecologi che effettuano il servizio di IVG, garantendo l’attività ogni giorno dell’anno, in base alle esigenze delle donne e alle necessità organizzative.