Russia 2018 – Salutano Messi e CR7, Mbappè e Cavani protagonisti degli ottavi

Diventano sempre più pesanti i verdetti di Russia 2018. Un mondiale divertente che parzialmente ci ripaga per la mancata qualificazione dell’Italia. Sono finiti gli ottavi di finale e tante big ci hanno salutato.

DA SVIDÁNJA MESSI E CRISTIANO

I due calciatori più attesi sono stati eliminati ovviamente in compagnia delle loro nazionali: Argentina e Portogallo. Per la seleccion si aveva l’impressione di una lenta agonia e la partita con la Francia non ha lasciato scampo all’albiceleste. Messi si è acceso a corrente alternata, lontano parente del calciatore ammirato con la maglia del Barcellona. Troppo forti Mbappè e compagni per una squadra tecnicamente scarsa e tatticamente inesistente.

Ha sorpreso l’eliminazione del Portogallo di Cristiano Ronaldo. L’Uruguay si è rivelato un osso durissimo da spezzare e i lusitani non sono riusciti ad avere la meglio sulla celeste. Poi un meraviglioso Matador Cavani ha esaltato tutto il popolo uruguaiano e napoletano per la fantastica doppietta. Speriamo per lui e per la sua nazionale che possa rientrare dal problema muscolare che lo ha colpito in gara.

FATTORE CASA

Sicuramente fa rumore l’eliminazione della Spagna per mano della Russia. Il ciclo, soprattutto tecnico degli spagnoli sembra finito. Il tiki taka mostrato dalle furie rosse è stato a larghi tratti sterile e infruttuoso. La tenacia e la fisicità della Russia, unita alla fortuna dagli 11 metri, ha prodotto una storica qualificazione ai quarti di finale.

RIGORE AMICO

Oltre la Russia, anche la Croazia e l’Inghilterra hanno avuto bisogno dei calci di rigore per avere la meglio contro Danimarca e Colombia, vittorie all’ultimo respiro che hanno ridimensionato entrambe le nazionali. Discorso simile per il Belgio che ispirandosi alla cultura nipponica, contro il Giappone stava facendo harakiri. La squadra di Mertens è apparsa troppo squilibrata in campo. Continua la favola della Svezia che ha eliminato anche la Svizzera, allungando la lista di squadre mandate a casa o addirittura non fatte partire per il mondiale.

BRASILE FAVORITO?

Il Brasile è sicuramente la squadra più forte e non sembra esserci un avversario in grado di competere con i sudamericani. La vittoria contro il Messico ha mostrato una seleçao solida e sicura di se. Affascinante la sfida con il Belgio, anche se i verdeoro sono ampiamente favoriti.

 

Condividi su
  • 8
    Shares