Frattaminore: Riapre lo stadio per le Olimpiadi Fraincanti

Sport, spettacolo, giochi e condivisione per 200 ragazzi dell’area nord di Napoli. Mercoledì 2 giugno riaprono le porte dello Stadio Comunale “Don Carmine D’Angelo” di Frattaminore, dopo oltre due anni di chiusura, per la prima edizione delle Olimpiadi Fraincanti. L’evento, organizzato dalla onlus Cantiere Giovani e dal Comune di Frattaminore, con il contributo dell’impresa sociale Con i Bambini, ha visto la partecipazione di 200 tra bambini e ragazzi delle scuole partner del progetto, IC Novio Atellano e IC Colombo, protagonisti di diverse discipline sportive e ludiche. Atletica: corsa 300/600mt, corsa 300m/h, staffetta 4x150mt, lancio del vortex, lancio del peso e salto in alto. Basket: campana e ostacoli e tiro; calcio: slalom e tiro in porta; volley: partite due contro due; badminton: uno contro uno; sessioni singole di tiro con l’arco.

I vincitori saranno premiati mercoledì 2 giugno dal sindaco di Frattaminore, Giuseppe Bencivenga, in una grande festa con gli spalti dello stadio aperti al pubblico per un massimo di 200 spettatori. Sarà una mattinata ricca di attività per i più piccoli e non solo, con diverse iniziative in programma. CGioco – giochi sostenibili realizzati con materiale di riciclo cui possono partecipare tutti, grandi e bambini. La Mappa emotiva, un gioco di emoji per ragionare sulla percezione che i cittadini hanno del proprio territorio.

Spazio anche alla danza e alla musica con esibizioni di Movimento danza di Nicoletta Barra e del Centro studi danza di Tiziana Dirasco. Infine, musica dal vivo con la partecipazione speciale di Capone & BungtBangt e alcuni ospiti a sorpresa. In occasione dell’iniziativa, inoltre, verranno presentati i Ciclobus della Svolta Sostenibile, due veicoli ecologici che serviranno a promuovere stili di vita più sani e in armonia con l’ambiente. Un innovativo mezzo di trasporto ecologico dedicato ai bambini che arriva per la prima volta al sud Italia, dopo le esperienze già attive in altri paesi come l’Olanda e la Germania.

Condividi su