F1, nuova stagione all’orizzonte: tutte le date e le novità da conoscere

Poco più di 2 mesi all’apertura del Mondiale F1 in Australia. Ritmi serrati per tutte le scuderie in vista dei primi test stagionali

Siamo ancora in pieno inverno ma i motori si cominciano già a scaldare. Per tutti i team che prenderanno  parte alla stagione 2019 di F1 è tempo di sviluppo e di messa a punto degli ultimi dettagli prima delle presentazioni delle monoposto. Tanti i cambiamenti ed i volti nuovi in vista di un campionato che si preannuncia scoppiettante.

PRIMI SGUARDI ALLE NUOVE VETTURE: ECCO QUANDO

Non occorrerà ancora molto tempo prima di scoprire l’aspetto delle ammiraglie che difenderanno i colori delle varie scuderie in questo nuovo anno. La prima squadra a svelare la sua nuova creatura sarà la Renault, che mostrerà al mondo la RS19 il prossimo 12 Febbraio. Sarà quella l’occasione per scoprire anche il modo in cui gli ingegneri francesi avranno intrepretato il regolamento sulle componenti aerodinamiche. La nuova normativa FIA imporrà infatti, innanzitutto, un’ala frontale con meno appendici, avente maggiore ampiezza (si passa da 1800 a 2000mm). Maggiore ampiezza che si ritroverà anche nel retrotreno, con l’alettone postestiore che passerà dai 950 ai 1050mm di larghezza. Entrambe le ali saranno poi più alte e distanti dal suolo (+20 mm ala anteriore; +70mm ala posteriore).

Subito dopo il team transalpino, sarà la volta della Force India, che presenterà la sua monoposto il 13 Febbraio, seguita dalla Mclaren il 14 e dalla Ferrari il giorno 15.

SI SCENDE IN PISTA: TEST A BARCELLONA IL 18 FEBBRAIO

Il primo impegno ufficiale sarà per tutti la prima sessione di test dal 18 al 21 Febbraio sul circuito di Montmelò, replicata da un secondo turno di prove dal 26 Febbraio al 1° Marzo.  Tuttavia, la prima tra le nuove F1 a scendere in pista potrebbe essere l’Alfa Sauber C38. I primi giri della vettura italo-svizzera dovrebbero essere completati sul tracciato di Fiorano già il prossimo 14 Febbraio. Il tutto a testimonianza della intensa sinergia intercorrente tra scuderia di Hinwil e la Ferrari, interessata spettatrice delle prime tornate che saranno messe in cascina da Raikkonen e Giovinazzi. La C38 monterà infatti la stessa power unit e lo stesso cambio della prossima Rossa, motivo per il quale sarà quella l’occasione per verificare la bontà del lavoro svolto in questi mesi dal reparto motoristico del Cavallino.

Condividi su
  • 112
    Shares