Sant'Arpino

Sant’Arpino: il comune monitora la quantità di biossido di azoto nell’aria

La giunta del comune di Sant’Arpino ha deciso di prendere parte al monitoraggio del biossido di azoto, un gas tossico che causa tosse, difficoltà di respirazione e bronchite.

Il sindaco Giuseppe Dell’Aversana ha dichiaro: “L ’inquinamento atmosferico in Italia secondo l’Oms ogni anno provocherebbe 30 mila attacchi di asma nei bambini e 31mila bronchiti acute nei giovani. Per questo abbiamo aderito alla campagna di sensibilizzazione ambientale “No2, no grazie”” promossa dall’associazione nazionale no profit ” Cittadini per l’Aria” e sottoposta alla nostra attenzione da parte dell’associazione locale “Terra mia” per monitorare il biossido di azoto e le attività che possono peggiorare la qualità dell’aria che respiriamo.”

Il comune di Sant’Arpino ha già provveduto all’acquisto di apposti kit per la misurazione dell’aria, con dei campioni che saranno analizzati in laboratorio per rilevare la quantità di biossido di azoto nell’aria.

Condividi su