Napoli-Juventus: Gli azzurri s’impongono ai rigori. Sesta Coppa Italia per il club partenopeo

Il Napoli di Gennaro Gattuso conquista la Coppa Italia. Allo Stadio Olimpico, gli azzurri battono ai calci di rigore la Juventus dell’ex Maurizio Sarri. Decisivo il calcio di rigore trasformato da Arek Milik.

Per quanto concerne le formazioniGattuso conferma il suo collaudato 4-3-3 con qualche modifica rispetto all’undici sceso in campo contro l’Inter: Meret in porta; difesa a quattro composta da Di Lorenzo, KoulibalyMaskimovic e Mario Rui(che vince il ballottaggio con Hysaj). A centrocampo, ritorna dal 1′ minuto Fabian Ruiz, coadiuvato da Demme e Zielinski, mentre in attacco spazio al “tridente leggero” con Mertens(miglior capocannoniere della storia azzurra con 122 reti), supportato ai lati da Insigne e Callejon.

Tante novità in casa Juventus, con il tecnico Maurizio Sarri, che vara un 4-3-3 proposto contro il Milan: Buffon tra i pali; difesa a quattro formata da CuadradoDe LigtBonucci ed Alex Sandro. A centrocampo, spazio a Pjanic, coadiuvato da Matuidi e Bentancur. Infine, in attacco confermatissimo Ronaldo, supportato da Dybala e Douglas Costa.

Buon avvio della Juve, che su errore di Callejon, va vicina al vantaggio con Ronaldo, stoppato da un buon intervento di Meret. Con il passare dei minuti, gli azzurri prendono campo e si rendono pericolosi con la punizione di Lorenzo Insigne che colpisce il palo. Altra grande chance per i partenopei con Demme, che si incunea nella difesa bianconera ma viene fermato da un grande intervento di Buffon. Al calar della prima frazione, altra occasione azzurra con Insigne, con Buffon che si distende salvandosi in calcio d’angolo.

Nella ripresa, parte forte il Napoli con le conclusioni di Politano(subentrato a Callejon) e successivamente con Milik(che prende il posto di Mertens) che calcia alto. Gli azzurri dominano in lungo e largo e sfiorano la rete con Insigne che calcia alto su assist di Poliano. Nel finale, grandissima doppia occasione ancora per la formazione partenopea con Maskimovic e con Elmas, stoppati da due grandissimi interventi di Buffon che salva la formazione bianconera.

Si va così ai calci di rigore. Grande protagonista Alex Meret che ipnotizza Dybala e Danilo. Concludono il lavoro Insigne, Politano, Maskimovic e Milik. Trionfo meritatissimo per gli azzurri, che conquistano la sesta Coppa Italia della storia. Un successo che rimarca il senso di appartenenza, il lavoro da parte della società, del tecnico Gattuso e della squadra.

In merito alla vittoria dell’Olimpico, si è espresso il patron azzurro Aurelio De Laurentiis che ha dichiarato:”Questo trionfo era nell’aria, perché da quand’è arrivato Gattuso sono cambiate molte cose. Sono tutti compattati intorno a lui, alla società e intorno all’idea di Napoli. Napoli è l’unica che riesce a contestare il titolo alla Juventus, già l’avevamo battuta in Coppa Italia e in Supercoppa. Ancora non riusciamo a batterla nella corsa scudetto, ma spero di riuscirci prima o poi”.

 

 

Condividi su