Napoli-Inter: 1-1. Pareggio amaro per gli azzurri

Termina 1-1 la sfida del Diego Armando Maradona tra Napoli ed Inter.

Per quanto concerne le formazioniGattuso che conferma  il suo 4-2-3-1 che ha trionfato nella trasferta di Marassi contro la Sampdoria: Meret in porta; difesa a quattro formata da Di LorenzoKoulibaly, Manolas e Mario Rui(che la spunta su Hysaj). A centrocampo, spazio al tandem DemmeFabian Ruiz, mentre in attacco confermatissimo Victor Osimhen( che vince il ballottaggio con Dries Mertens), sostenuto dal trio di mezze punte formato da InsigneZielinski e Politano.

Tutto confermato in casa Inter, con il tecnico Antonio Conte che conferma in blocco il suo collaudato 3-5-2: Handanovic in porta; difesa a tre formata da BastoniDe Vrij e Skriniar. A centrocampo, spazio al trio formato da BarellaBrozovic ed Eriksen, mentre sulle corsie confermati Hakimi e Darmian (in rete contro il Cagliari). Infine, in attacco confermatissimo il tandem formato da Lukaku e Lautaro Martinez.

Buon avvio degli azzurri che si rendono pericolosi con la conclusione di Ruiz, bloccata da Handanovic. Dopo l’occasione per il centrocampista spagnolo, l’Inter esce alla distanza e colpisce due legni con Lukaku che da pochi passi non riesce a battere Meret. Nel momento migliore dei nerazzurri, passa il Napoli con Insigne che sfrutta l’autogol di Handanovic e porta in vantaggio gli azzurri. Nel finale pero, è ancora l’Inter a rendersi pericolosa con l’inserimento di Barella, stoppato dall’uscita bassa di Meret.

Nella ripresa, parte bene l’undici di Conte che trova il pareggio con Eriksen che con una conclusione dalla media distanza batte Meret, firmando l’1-1 ed il suo primo centro in questo campionato. Dopo la rete del centrocampista danese, i partenopei crescono alla distanza e vanno vicini al vantaggio con Ruiz che su punizione di Politano, non riesce a spingere il pallone in rete. Nel finale, la formazione di Gattuso insiste e sfiora il 2-1 con la conclusione di Politano che si stampa sulla traversa.

Un pareggio amaro per gli azzurri, ora a -2 dalla zona Champions.

Condividi su