Nations League, Italia-Spagna: 1-2. Decide la doppietta di Ferran Torres

Sconfitta amara per l’Italia del ct Roberto Mancini. A San Siro, gli azzurri escono sconfitti per 2-1 contro la Spagna nella semifinale di Nations League.

Per quanto riguarda le formazioniMancini conferma il suo 4-3-3 con un solo cambio rispetto all’undici che ha trionfato contro la Lituania: Donnarumma tra i pali; difesa a quattro formata da Di LorenzoBonucci, Chiellini ed Emerson Palmieri. A centrocampo, confermato Jorginho coadiuvato da Verratti e  Barella, mentre in attacco visto le assenze di Immobile e Belotti, spazio a Bernardeschi nel ruolo di falso nueve, supportato da Chiesa e Insigne.

Confermatissimo il 4-3-3 della Spagna, con il ct Luis Enrique effettua varie modifiche soprattutto nel reparto offensivo: Unain Simon in porta;  difesa a quattro formata da Azplicueta, Pau Lopez , Laporte e Marcos Alonso. A centrocampo, confermatissimo Busquets, coadiuvato da Koke e Gavi, mentre in attacco spazio al falso nueve con Ferran Torres, sostenuto da Sanabria e Oyarzabal. 

Buon avvio degli azzurri che si rendono pericolosi con la conclusione di Chiesa, fermata da Unai Simon. Gli azzurri giocano una buona partita e sfiorano il vantaggio con Insigne che su assist di Emerson, calcia a lato. Dopo la doppia chance per gli uomini di Mancini, arriva il vantaggio spagnolo con Ferran Torres, che su assist di Oyarzabal, firma l’1-0. La sfida diventa ancor più difficile dopo il rosso di Bonucci e il doppio vantaggio della Roja, ancora con Ferran Torres che firma la sua personale doppietta.

Nella ripresa, la Spagna sfiora anche il tris con Marcos Alonso, stoppato da Donnarumma; nonostante il 2-1 di Pellegrini (ottavo centro stagionale per il centrocampista della Roma), gli azzurri non riescono a trovare il pareggio, nonostante una prova di grande coraggio. Ora la finale del terzo e quarto posto, contro Belgio o Francia.

In merito alla sfida, si è espresso il ct azzurro Roberto Mancini che ha dichiarato: “Le partite sono così, a volte certe episodi le condizionano. Il primo tempo poteva finire 1-1, è un dispiacere perdere così, ma questa sconfitta ci dà grande forza morale”.

Condividi su