Negli USA gli insegnanti torneranno in classe armati

di Saveria Russo – Usa. Sulla scia dell’ultima sparatoria avvenuta il 24 maggio a Uvalde, in Texas, che ha provocato la morte di 19 studenti e di due insegnanti, gli americani chiedono ancora una volta, a gran voce, soluzioni per l’epidemia di violenza armata in corso nel paese.

Il Paese si era spaccato in due: chi chiedeva di mettere al bando le armi e chi, invece, invocava la libertà di portare le armi in classe.

Corsi di addestramento per gli insegnanti.

A partire dal Texas all’Ohio, all’intero personale scolastico è stato chiesto di addestrarsi per poter essere in grado di usare le armi in caso di attacco nelle scuole. Le stesse scuole possono aderire a veri e propri corsi di addestramento. Corsi che coinvolgono su base volontaria tutti i membri del personale, compresi i dipendenti amministrativi, i presidi e, persino, gli autisti dell’autobus scolastico.

Quali sono le posizioni dei Democratici e dei Repubblicani?

Ventinove stati hanno accolto l’invito dei Repubblicani ad armarsi. Alla Camera, i Democratici hanno votato un testo che mette al bando i fucili d’assalto. Ma la legge sembra essere destinata a cadere al Senato per l’opposizione, appunto, dei Repubblicani.

Segui il nostro laboratorio di giornalismo al femminile LaSettimanaTV – Continua a seguirci su Facebook, su InstagramTwitter e Waveful! Ricevi tutte le notizie sul tuo cellulare iscrivendoti al canale Telegram.

Scopri gli ultimi aggiornamenti cliccando qui.

Condividi su