Dopo il terremoto chiama la mamma ma non risponde: era morta da due mesi

La madre e la figlia non si sentivano e vedevano da mesi. Dopo la forte scossa di terremoto nelle Marche, quest’ultima ha provato a chiamare la madre per sapere come stava, ma dall’altro lato nessuno rispondeva. Preoccupata, la figlia ha deciso di allertare il 112, che ha inviato sul posto una volante grazie alla quale è stata fatta la agghiacciante scoperta: la signora era morta da almeno due mesi. 

Il cadavere della donna di 78 anni è stato trovato nel suo appartamento ad Ancona, ed era in avanzato stato di decomposizione. Nessuno in queste settimane ha cercato la donna né si è accorto della sua assenza e del fatto che non uscisse più di casa.

La donna anziana, originaria di Vallo della Lucania, in provincia di Salerno, viveva ormai da anni ad Ancona, ma nella cittadina marchigiana non aveva parenti. Viveva sola nel suo appartamento. La figlia vive lontana e i rapporti tra le due si erano ormai freddati, sembra, a causa di divergenze caratteriali. Secondo il medico legale la donna sarebbe morta per cause naturali. Sono stati Polizia e Carabinieri a forzare la porta di casa e a fare la macabra scoperta. La salma è stata ora affidata ai familiari.
Condividi su