USA: sparatoria in un locale gay in Colorado, 5 i morti

di Saveria Russo –

USA: sparatoria in un locale gay in Colorado, 5 i morti.

Un uomo armato di 22 anni ha aperto il fuoco con un fucile semiautomatico all’interno di una discoteca gay a Colorado Springs, uccidendo cinque persone e lasciandone ferite 25 prima di essere fermato da clienti “eroici” e arrestato dalla polizia che è arrivata in pochi minuti.

Il sospetto nella sparatoria di sabato sera al Club Q ha usato un’arma semiautomatica in stile AR-15. Sono stati recuperati anche una pistola e altri caricatori di munizioni, secondo il funzionario delle forze dell’ordine, che non ha potuto discutere pubblicamente i dettagli dell’indagine e ha parlato con l’Associated Press in condizione di anonimato.

Sulla sua pagina Facebook, il club lo ha definito un “attacco di odio“.

La polizia ha identificato il presunto uomo armato come Anderson Lee Aldrich, che era in custodia e in cura per le ferite riportate.

Aldrich è stato arrestato nel 2021 dopo che sua madre ha riferito che l’aveva minacciata con una bomba fatta in casa e altre armi.

Dei 25 feriti, almeno sette sono in condizioni critiche. Alcuni sono rimasti feriti nel tentativo di fuggire e non è chiaro se tutte le vittime siano state uccise.

La sparatoria ha riacceso i ricordi del massacro del 2016 al nightclub gay Pulse di Orlando, in Florida, notte in cui hanno perso la vita 49 persone. Il Colorado ha subito diversi omicidi di massa. Tra cui alla Columbine High School nel 1999, un cinema nella periferia di Denver nel 2012 e in un supermercato Boulder l’anno scorso.

È stato il sesto omicidio di massa questo mese. Avvenuto in un anno in cui la nazione è stata scossa dalla morte di 21 persone in una sparatoria in una scuola a Uvalde, in Texas.

_____

Continua a seguirci su Facebook, su InstagramTwitter e Waveful! Ricevi tutte le notizie sul tuo cellulare iscrivendoti al canale Telegram.

Scopri gli ultimi aggiornamenti cliccando qui.

Condividi su