Seveso: vandalizzata la “panchina rossa” dedicata a Valeria Bufo, vittima di femminicidio

Come è noto, da tempo sono nate le cosiddette “panchine rosse“, in onore e memoria delle donne cadute vittime di femminicidio. E proprio una di queste, in memoria di una vittima, Valeria Bufo, è stata vandalizzata da ignoti, a Seveso in provincia di Monza e Brianza. La panchina fu piazzata per commemorare la povera donna, al centro del paese ed è stata imbrattata con delle scritte nere, in sfregio al simbolo della lotta alla violenza sulle donne. La sindaca di Seveso, Alessia Borrroni, ha postato sui social la foto della vergona, vergogna ovviamente tutta di chi ha commesso l’ignobile gesto, commentando così: come donna sono indignata e senza parole, è stato commesso un gesto di vigliaccheria. La donna alla quale è dedicata la panchina, fu uccisa dal marito a colpi di pistola, mentre era ferma in auto al semaforo, e 3 anni fa, alla presenza dei figli, fu inaugurata la panchina rossa intitolala appunto alla povera Valeria Bufo. Si indaga ora per scoprire gli autori dell’atto vandalico. 

Condividi su