Blitz dei Carabinieri di Afragola e Casoria: arrestati 6 persone per le rapine ai tabaccai. I nomi e il racconto della brillante operazione

I 6 arrestati sono Francesco Capasso, Davide Cositore, Gioacchino D’Angelo, Ferdinando Caccavale, Aniello Piscopo e Gioacchino Cornacchia. 

E’ scattato oggi, 4 dicembre, l’operazione dei Carabinieri di Afragola e Casoria che è culminata con l’arresto di sei persone, gravemente indiziate per le 3 rapine ai tabaccai nei mesi scorsi. Fece scalpore quella messa a segno al Tabacchi in via Amendola, dove entrarono in 5 all’orario di apertura, mostrandosi molto violenti senza alcun motivo, malmenando uno dei proprietari e portando via il bottina in soldi, sigarette e gratta e vinci.

In particolare i 6 sono accusati di aver consumato le rapine del 7, il 15 e il 28 settembre. Le indagini hanno consentito di stabilire l’esistenza di una vera e propria organizzazione dedita alla commissione di rapine tutte a mano armata.

I Carabinieri già erano sulle tracce di alcuni di quelli arrestati oggi da tempo. Infatti a seguito della rapina del 28 settembre,  sono stati rinvenuti, nel corso di perquisizioni , gli abiti, le armi e i passamontagna utilizzati dai rapinatori, che, dopo il colpo, erano stati nascosti nelle aree comuni di una palazzina in cui abitano alcuni degli indagati. Le attività tecniche successive hanno consentito di rafforzare il grave quadro indiziario a carico degli stessi.

Nel corso delle perquisizioni eseguite contestualmente alle misure cautelari sono stati rinvenuti e sequestrati indumenti e scarpe, ritenuti elementi utili agli ulteriori sviluppi delle indagini.

Gli odierni arrestati, al termine delle formalità di rito, sono stati tradotti presso il carcere di Napoli Poggioreale, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria, in attesa dell’udienza di convalida del fermo.

I 6 arrestati sono Francesco Capasso, Davide Cositore, Gioacchino D’Angelo, Ferdinando Caccavale, Aniello Piscopo e Gioacchino Cornacchia. 

La notizia del loro arresto girava da giorni, anche per le brillanti indagini dei Carabinieri della stazione di Afragola, diretti dal maresciallo Raimondo Semprevivo e della Compagnia di Casoria, capitanati dal maggiore Diego Miggiano, che non si sono lasciati sfuggire nessun indizio utile ad inchiodare i 6 malviventi. Le operazioni di arresto sono state poi appoggiate nella fase finale dalla Compafnia dei carabinieri di Castello di Cisterna e dalle Aliquote di Primo intervento del Comando Provinciale di Napoli.

Ma in questi mesi i carabinieri avevano già dato un fortissimo segnale di presenza sul territorio, decapitanto prima lo scorso 21 settembre il clan barbato-Bizzarro nelle Salicelle con oltre 10 arresti e poi un’altro gruppo sempre delle Salicelle coadiuvato da Giuseppe Sasso (detto O’ Ninnillo). 

Gli arresti di oggi fanno tirare un respiro di sollievo ai commercianti locali, intimoriti dalla ferocia del gruppo criminale e l’avvicinarsi delle feste natalizie che vedono sempre incentivarsi rapini e furti.

Grossi Assicurazione e Finanza

 

Condividi su