Cardito: bimbo ucciso, Tony Badre trasferito per motivi di sicurezza

È stato trasferito per motivi di sicurezza Tony Essobti Badre, 24enne di Cardito, assassino del piccolo Giuseppe. Il giovane è stato trasferito dal Carcere di Poggioreale a quello di Castrovillari, in provincia di Cosenza.

Intanto il Consolato tunisino di Napoli fa sapere infatti che il ragazzo non ha origini tunisine, come reso noto dagli inquirenti, bensì marocchine. Il Consolato, infatti, fa sapere in una nota che il padre del ragazzo proviene dal Marocco e non dalla Tunisia. Essobti, invece, è nato ad Acerra, nella provincia di Napoli, 24 anni fa.

Gli inquirenti intanto sono ancora al lavoro per scoprire la reale dinamica dei fatti. L’uomo ha dichiarato che la compagna avrebbe cercato di fermare la sua ira senza riuscirci ma dalle indagini è risultato che la telefonata al 118 non è stata fatta dalla Caso dopo aver messo il piccolo sul divano esanime ma bensì dalla madre dell’assassino.

Si indaga anche sull’ambiente scolastico frequentato dal piccolo e dalla sorellina.

Seguiremo gli ulteriori sviluppi sulla triste vicenda che ha sconvolto la comunità di Cardito.

 

Condividi su
  • 131
    Shares