Il centro sud protagonista con lo sci alpino

“Campioncini” dal Centro Sud per la finalissima nazionale. L’attività agonistica un modo per contrastare le problematiche giovanili. Frattamaggiore protagonista

Piccoli campioni crescono, e non solo. A Roccaraso, maggiore comprensorio sciistico dell’Appennino, si sono appena disputate le selezioni Regionali di Campania e Calabria di Slalom Gigante per il “42° Gran Premio Giovanissimi”, gara di Sci Alpino di cui si terrà la Finale nazionale dal 22 al 24 marzo a Sestola (provincia di Modena). Sugli scudi Luigi Attanasio (autore  del miglior tempo assoluto), Alessandro Napolitano, Manuel Rucci, Bruno Giovanbattista Arsie che si allenano nello Sci club 3punto3, Luca Claar  (Aremogna), Valerio Taricani e Stefania Colarieti (Sai Napoli), Antonio Di Mare, Asia Alvino, Carola Maione e Rebecca Bianco (Sai Napoli). Un grande successo per i giovanissimi atleti dello Sci club 3punto3 che oltre agli atleti già citati ha visto qualificarsi anche Gaia d’Ormea, ottimo quarto posto, Chiara Caiazzo, Sofia Costanzo, Leonardo Cupido, Giovanni Cardillo, Giulio Forcelli, Riccardo Iavicoli, Andrea Cervone, Gabriele Ruocco, Enrica Ruocco, Alessandra Salvatore, Eleonora Esposito ed Achille Vitagliano. Luigi Vitagliano, Augusto Pagano, Alessandro Molinari, Enrica Trotta, tutti atleti del 3punto3 e tutti qualificati alla Finale Nazionale di Sestola. Questi alcuni dei talenti che si sono messi in mostra nelle qualificazioni disputate il 25 febbraio per i comitati Campania e Calabria.
Il Centro Sud dunque protagonista nello sport con i suoi piccoli talenti, giocando un ruolo fondamentale anche nel sociale. La tecnologia è innegabilmente entrata nella vita quotidiana di ognuno di noi, in modo particolare per ciò che riguarda l’aspetto comunicativo. Tanti i benefici sicuramente ricavati, ma l’utilizzo spasmodico, soprattutto dei social network, ha generato problematiche difficili da contrastare.
Negli ultimi tempi estremamente ricorrenti sono stati gli episodi di cyberbullismo, con tanti giovani vittime o carnefici di questo nuovo fenomeno. Un tema davvero caldo; ogni giorno salgono agli “onori” della cronaca casi del genere. Un problema ampiamente discusso ai vertici della politica nazionale e che proprio per la sua importanza ha necessitato dell’introduzione di leggi dedicate. Secondi approfonditi studi, il fenomeno del cyberbullismo avrebbe più facilità di propagazione nei soggetti che svolgono una vita sedentaria, priva di attività aggregative. Lo sci dunque entra prepotentemente in gioco per contrastare sul nascere una piaga ormai dilagante e di difficile contenimento. A Campania e Calabria il merito oltre che sportivo anche sociale per questa nuova rotta: l’attività sciistica attraverso club dedicati come strumento per diffondere i principi della sana competizione ma soprattutto per offrire alternative alle attività più comuni di svago, spesso cause di devianze per i giovani.

FRATTAMAGGIORE PROTAGONISTA

Bruno Giovanbattista Arsie (Sci Club 3punto3), classe 2007 e studente dell’istituto “Genoino” di Frattamaggiore, si è messo in mostra nelle qualificazioni disputate il 25 febbraio per i comitati Campania e Calabria realizzando il sesto miglior tempo nella disciplina dello slalom gigante. A fine Marzo proverà a portare a casa il titolo nazionale.
Frattamaggiore dunque ancora protagonista nello sport con i suoi piccoli fenomeni e i propri istituti scolastici. “Sono contenta per i ragazzi e per i loro successi al di fuori di queste aule. La scuola deve garantire integrazione a tutti i livelli, favorendo in qualunque sede le attività sportive” – queste le parole del dirigente scolastico dell’istituto comprensivo Giulio Genoino Ersilia Ambrosino, dopo l’ennesimo successo da parte di uno dei ragazzi del complesso.n attesa della finalissima, un dato è già certo: la prima sfida, quella più importante, il sud l’ha già brillantemente superata.

 

Condividi su
  • 26
    Shares