Bologna-Napoli: 3-2. Ancelotti chiude a 79 punti

Termina con un ko, il campionato del Napoli di Carlo Ancelotti! Allo stadio Dall’Ara, il Bologna s’impone per 3-2 grazie alla rete dell’ex Dzemaili ed alla doppietta di Santander .

Per quanto concerne le formazioni, Ancelotti conferma il suo 4-4-2, con molte modifiche rispetto alla grande vittoria contro l’Inter: Karnezis in porta; difesa a quattro composta da Malcuit, Luperto, Albiol e Ghoulam. A centrocampo, spazio al tandem Fabian Ruiz e Zielinski, mentre sulle corsie confermati Verdi e Younes. In attacco, Ancelotti lancia la coppia offensiva formata da Insigne e Milik; tutto confermato in casa Bologna, con Mihajlović che opta per il suo collaudato 4-3-3 con il tridente formato da Santander, Palacio e Orsolini.

L’avvio gara è tutto di marca azzurra:la formazione di Ancelotti parte forte e sfiora il vantaggio prima con Verdi e successivamente con Insigne che non inquadrano lo specchio della porta. Dopo le due grandi occasioni per l’undici azzurro, esce alla distanza il Bologna che va vicino alla rete con il colpo di testa di Lyanco, stoppato dal buon intervento di Karnezis. Il vantaggio dei rossoblù è però questione di attimi ed arriva al calar del primo tempo, con Santander che su assist al bacio di Palacio, batte Karnezis. Gli azzurri accusano il colpo e subiscono il raddoppio causa il siluro di Dzemaili che batte Karenzis, firmando la sua prima rete in campionato.

Nella ripresa, il Napoli parte fortissimo e riapre subito la sfida grazie al grande gol di Ghoulam che s’infila alle spalle della difesa rossoblù(sorprendendo Mbaye) e batte Skorupzki, firmando il suo primo centro in campionato. Ancelotti tenta il tutto per tutto, inserendo Mertens e Callejon per Insigne e Verdi.  Gli azzurri spingono cercando il pari e lo trovano con Dries Mertens che su assist di Younes sigla il suo 16esimo centro in questo campionato. Nel finale, i partenopei colpiscono un palo con Zielinski ma quando ormai il pareggio sembra scritto, arriva il 3-2 del Bologna firmato ancora da Santander che regala una vittoria di prestigio ai rossoblù. Una sconfitta amara per la formazione di Ancelotti, che chiude a 79 punti un buon campionato condito dal secondo posto e dalla qualificazione alla prossima edizione di Champions, obiettivo fondamentale per pianificare il futuro azzurro.

Condividi su