Nucleo di Valutazione ad Afragola, scoppia la polemica e l’opposizione prepara una mozione per revocare la determina di aumenti degli stipendi

Contro il provvedimento: “stipendio aumentato in maniera esorbitante tale da rendere il Nucleo di Valutazione di Afragola il più pagato d’Italia”.

A favore del provvedimento:Il Dirigente ha solo adeguato i compensi che il Consiglio Comunale aveva approvato per i Revisori dei Conti così come prevede la norma”. 

Dopo che la consigliera di opposizione  Gaetana Cuccurese aveva denuciato al Segretario Comunale, al Sindaco e all’ANAC le criticità sulle nomine al nucleo di valutazione in questi mesi si è assistito al balletto della revoca di almeno tre componenti e il passo indietro dell’amministrazione con l’archiviazione del procedimento di revoca.

Il giorno 8 agosto 2019 si avvia il procedimento di revoca per almeno tre componenti che invece il 4 settembre si conclude con l’archiviazione della procedura di revoca sollecitata dal segretaria comunale su contestazioni mosse dall’opposizione, inoltre il 10 settembre 2019 con determina dirigenziale si provvede a rideterminare i compensi del nucleo di valutazione. L’opposizione su questo sottolinea – “aumentandoli in maniera esorbitante tale da rendere il Nucleo di valutazione di Afragola il più pagato d’Italia”. L’opposizione visto gli atti si mobilita e promette battaglia, in preparazione una mozione per ottenere la revoca di detta determina di aumenti di stipendi.

Per l’archiviazione della revoca l’amministrazione si difende dicendo che i tre componenti potevano iniziare un contenzioso con risarcimento del danno e quindi il Dirigente ha consigliato di archiviare. Il Sindaco sollecitato sta verificando la possibilità di rivedere la determina dirigenziale onde evitare ulteriori scontri tra maggioranza e opposizione. Parte della maggioranza e ambienti vicini al Nucleo di Valutazione fanno sapere che gli aumenti di stipendio sono semplicemente un atto dovuto che il Dirigente ha dovuto mettere in pratica per adeguare gli stipendi a quelli dei Revisori dei Conti cosi come prevede la legge. Infatti sottolineano “eventuali differenze di compensi tra i Revisori dei Conti e il Nucleo di Valutazione devono essere deliberati appositamente dalla Giunta cambiando il regolamento comunale. Il Dirigente, in questo caso Chiauzzi, ha solo adeguato i compensi che il Consiglio Comunale aveva approvato per i Revisori dei Conti così come prevede la norma”. Certo che la polemica sviluppata oggi, anche sui media locali, ha provocato una profonda spaccatura tra maggioranza ed opposizione, sotto accusa anche le dichiarazioni del consigliere Giustino riprese da un organo di stampa locale. Secondo indiscrezioni sia Giustino che la testata locale nei prossimi giorni si potrebbero veder notificato una denuncia per le dichiarazioni “lesive all’onore delle persone coinvolte”, le carte sono già sulla scrivania di un noto studio legale.

Condividi su