“Non si puo’ morire con ustioni di secondo grado” il papa’ di Filippo, il dj 20enne morto mentre preparava il barbecue

“Mio figlio è entrato con le sue gambe in ambulanza, l’Ospedale di Frattamaggiore mi ha ucciso mio figlio”, queste le durissime parole del papa’ di Filippo Giuseppe Marzatico, in arte Flip Master, il DJ morto lo scorso 8 luglio in seguito all’incidente mentre accendeva il barbecue a casa sua a Casoria.

Soccorso dal personale del 118 era stato inizialmente trasportato all’Ospedale di Frattamaggiore dove secondo il racconto del padre Pippo Marzatico, sconvolto per l’accaduto, è stato intubato e sedato e lasciato sul letto per poi essere trasportato al Cardarelli quando le condizioni si sono aggravate.

“Non si puo’ morire con ustioni di secondo grado, ho gia’ denunciato tutto e tutti per la morte di mio figlio”. Queste le parole lasciate alla nostra redazione in un messaggio audio, invitandoci a raggiungerlo presso la sua abitazione per mostrarci anche un video mentre il figlio, certamente non in pericolo di vita, sale a bordo dell’ambulanza con le sue gambe.

Baldoria Family Restourant

Condividi su