Genitori inaffidabili, litigano mentre la loro bimba è chiusa in auto sotto il sole

di Noemi Bencivenga – La vicenda si è svolta nel pomeriggio di domenica 31 luglio a Borgo Montello al confine tra Latina e Nettuno.

Due genitori litigano mentre la figlia di appena due mesi è chiusa in macchina sotto il sole cocente di luglio.

Rischiano di far morire la bambina

Hanno rischiato di farla morire.

Le urla allarmano i passanti

 Le urla concitate dei due hanno allarmato molti passanti e in particolare la commessa di un negozio situato nei pressi della vicenda la quale accorgendosi della piccola che chiusa in auto piangeva e si dimenava è subito corsa in suo soccorso. La donna si è così avvicinata ai due genitori, ha fatto aprire lo sportello della macchina,ha tirato fuori la bambina e l’ha portata in un bar chiamando poi i soccorsi del 118 e i carabinieri del Nucleo Radiomobile di Latina.

La neonata è stata condotta dai sanitari presso l’ospedale Santa Maria Goretti e ricoverata nel reparto di pediatria. Ora è fuori pericolo.

La bebè è risultata positiva alla cocaina

Il Tribunale per i Minorenni di Roma ha sospeso la madre e il padre della bebè entrambi con precedenti penali e tossicodipendenti dalla potestà genitoriale. La piccola, infatti, al momento dei controlli presso la clinica Goretti è risultata positiva alla cocaina.

Per la lattante verrà designato un tutore in attesa di essere affidata ad un’altra famiglia.

I genitori dovranno rispondere di abbandono di minore. 

Si conclude perciò una vicenda che sarebbe potuta finire tragicamente se non fosse stato per il coraggio e l’altruismo della commessa che non ha esitato a correre in aiuto della piccola.

Segui il nostro laboratorio di giornalismo al femminile LaSettimanaTV – Continua a seguirci su Facebook, su InstagramTwitter e Waveful! Ricevi tutte le notizie sul tuo cellulare iscrivendoti al canale Telegram.

Scopri gli ultimi aggiornamenti cliccando qui.

Condividi su