Sorgono nuovi problemi per la ONG

Tre migranti che erano abordo della nave Geo Barents attraccata a Catania si sono tuffati allo scopo di raggiungere la terra ferma. I tre hanno nuotato fino ad un galleggiante e poi sono stati recuperati dalle autorità e portati sul molo vicino alla nave di Medici senza frontiere.

I Ministero degli Esteri e dell’Interno tedesco ribadiscono che  Il salvataggio in mare è un dovere morale e giuridico e non può essere impedito, “È importante che centinaia di persone siano potute sbarcare, ma è ancora più importante che siano salvate tutte le persone e che possano arrivare a terra“, ha aggiunto la portavoce del ministero degli Esteri Sabine Sasse.Per il momento la situazione delle navi umanitarie  ONG sono impegnate in un braccio di ferro con il Governo di centrodestra.

 

 

Condividi su