Il Casoria Calcio fa ancora una volta sul serio. Viola pronti a stupire

Dopo le riconferme eccellenti di Diana e Maiellaro, la dirigenza del Casoria Calcio piazza i primi colpi da 90 con gli acquisti di Aliperta e soprattutto di Patrizio Ioio

Non fidatevi delle partenze in sordina e della totale assenza di proclami utopistici. Il Casoria del nuovo corso targato Giovanni Palmentieri ha un’anima umile, improntata al lavoro ed al sacrificio. “Per aspera ad astra” è il motto della Viola, squadra capace di stupire tutti gli addetti ai lavori nelle ultime stagioni, collezionando lo scalpo di formazioni blasonate e successi del tutto insperati. Il terzo anno in Eccellenza del sodalizio casoriano non differirà nello spirito e nel proposito basilare che la società tenta di perseguire: stupire attraverso la caparbietà ed il carattere.

BASI SOLIDE: DIFESA E ATTACCO RIPARTONO DA CERTEZZE

In questi primi giorni di mercato, l’operato del Casoria appare ancora una volta mirato e ragionato. La dirigenza è partita da punti fermi intorno ai quali costruire i singoli reparti. Confermato infatti Maiellaro, portiere di sicura affidabilità già conosciuto da Mister Ivan De Michele. Il nuovo allenatore ha inoltre fortemente voluto l’acquisto di Giovanni Aliperta, difensore esperto con il quale ha raggiunto il successo in Coppa Italia nella stagione 14/15. Vero e proprio colpo poi in attacco con l’acquisto di Patrizio Ioio, anch’egli vecchia conoscenza di De Michele.

IOIO, NUOVO BOMBER VIOLA

Il centravanti ex Sessana ed Insieme Ausonia, già accostato dalla nostra redazione alla Viola del Sud nello scorso mercato invernale, può essere certamente considerato un pezzo pregiato per la categoria. Ioio si è infatti mostrato calciatore dall’ottima media realizzativa con la maglia del San Giorgio, squadra della quale è diventato fiore all’occhiello. Spicca tra tutti, il rendimento dell’annata 17/18 con 18 reti messe a segno, di cui una proprio al San Mauro in un rocambolesco 3-3. Raggiunta inoltre la doppia cifra anche nelle stagioni 14/15 (12 reti) e 15/16 (10 reti), rispettivamente disputate con le maglie di Sibilla e Portici.

Ottima dunque, ancora una volta, la pianificazione della campagna acquisti da parte del Cda casoriano. Nessuna spesa folle ma tanta qualità per un puntare ad essere nuovamente vera sorpresa del torneo.

Condividi su