Tolta la stampella a disabile per accedere a spalti stadio Maradona a Napoli

“Abbiamo visto un video che ritrae un uomo senza una gamba costretto a lasciare la sua stampella e a proseguire verso il suo posto allo stadio aggrappato a un amico poiché, a suo dire, secondo gli steward la sua stampella poteva essere utilizzata come arma”.

A renderlo noto è l’associazione “La Battaglia di Andrea”, associazione con sede ad Afragola, che si batte per i diritti dei diversamente abili. Il video al quale l’associazione fa riferimento è pubblicato su Tik Tok: un ragazzo in jeans aiuta un amico in pantaloncini neri, senza una gamba che sale faticosamente le scale dello Stadio Maradona saltellando.

Una volta nei pressi degli spalti il ragazzo disabile esprime un commento: “12 ottobre 2022, Napoli-Ajax, gli steward del Napoli non mi hanno permesso di entrare con le stampelle, perchè, dicono, potrebbero rubarmi le stampelle e fare una rissa… mi hanno costretto ad entrare nella Curva B così, accompagnato dai miei amici fortunatamente… è normale una cosa del genere?”.

La Battaglia di Andrea, i 40 anni di Asia Maraucci: "Il mio sogno è tutela  e diritti per tutti i disabili"   La presidente di “La Battaglia di Andrea”, Asia Maraucci, che reputa intollerabile l’accaduto, fa sapere che la sua associazione ha inviato, attraverso il suo legale, l’avvocato Sergio Pisani, una diffida al Calcio Napoli e al Comune per un altro episodio avvenuto lo stesso giorno, e cioè la vicenda dei disabili in carrozzina ai quali è stata riservata una posizione nella Curva A dalla quale non sono riusciti a vedere l’incontro di calcio. “Disguido? Vorrei dire al sindaco di Napolicommenta Raffaele Girioli, padre di uno dei ragazzi del gruppo di disabili in questione – che non si è trattato di un disguido, siamo trattati male dagli steward e discriminati anche da chi ha messo i posti disabili nelle curve. Ora è tempo di passare dalle parole ai fatti”, conclude Girioli.

 

Condividi su